Viaggiare è sempre un piacere: sia per una breve escursione per visitare Crotone e la Calabria, sia per lunghi tratti, il viaggio è una esperienza che arricchisce le persone ma che può diventare un incubo qualora non si valutino i rischi connessi alla destinazione e garantire la sicurezza a noi stessi e ai propri compagni di avventura con una assicurazione viaggio contro infortuni e perdite del bagaglio.

Assicurazione viaggio per viaggiare sicuri

In Italia è importante il fattore sicurezza nel viaggio. Anche coloro i quali sono dei veri avventurieri e amano il rischio, sono concordi che per viaggiare sicuri si devono calcolare i rischi connessi alla destinazione. Sicuramente, il Belpaese ha uno strumento d’avanguardia: il sito ViaggiareSicuri.it del Ministero degli Esteri mette a disposizione degli utenti le informazioni generali dei Paesi Oltralpe riguardanti pandemie, guerre e grado di sicurezza.

Gestito dal Ministero degli Affari Esteri in collaborazione con l’ACI, si possono trovare numerosi dati in fatto di sicurezza, politica e sanità per permettere di valutare se la meta per le proprie vacanze sia idonea o meno. Basta solamente consultare la pagina web per reperire ogni notizia. Gli italiani inoltre possono disporre di altri servizi, come quello chiamato Dove Siamo nel Mondo. Esso è gestito dal

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, consiste nel segnalare i connazionali all’estero. I diretti interessati dovranno solo inserire i propri dati personali per essere registrati nel sistema e consentire alla tecnologia di rilevare la loro presenza temporanea al di fuori dei confini italici, in modo che i soccorsi possano programmare il loro intervento con molta tempestività. Il sistema prevede servizi in caso di emergenza, come segnalare il motivo per cui ci si reca in una nazione estera, oltre a una app chiamata Unità di Crisi disponibile su mobile e viaggiare sicuri.

Altro servizio gratuito è quello del Ministero della Salute: il sito mette a disposizione degli utenti tutte le informazioni sanitarie in merito al Paese straniero meta delle proprie ferie. Che sia per turismo o volontariato, missioni all’estero o per aiuti umanitari, basta accedere alla pagina web allo scopo di conoscere il tipo di assistenza sanitaria fornita nel mondo, indicando il motivo della trasferta e la destinazione. Non tutte le nazioni possono offrire una copertura sanitaria gratuita, ma si può rimediare con una polizza assicurativa.

Assicurazione viaggio: perché stipularla

È un errore madornale rifiutarsi di stipulare una copertura assicurativa in vista delle ferie. Gli imprevisti possono essere dietro l’angolo, come i bambini che si ammalano, gli scioperi, le calamità naturali, gli infortuni, gli incidenti o addirittura le truffe. I professionisti del turismo quali tour operators e agenzie di viaggio inseriscono nella loro offerta una assicurazione viaggio obbligatoria di base, ma che spesso non copre le spese mediche e non fornisce assistenza adeguata all’estero come può farlo una polizza infortuni o responsabilità civile.

Negli Stati Uniti e nel Canada i costi per la sanità sono altissimi e i turisti italiani, abituati al sistema italico, possono tornare a casa al verde solo per pochi giorni di ricovero ospedaliero o per la detenzione della salma all’obitorio. La copertura dell’assicurazione sanitaria in ambito turistico è valida anche in caso di mal di denti e visite odontoiatriche urgenti.

Polizza per rimborso viaggi e strutture alberghiere

Oltre al caso degli imprevisti per la propria salute, un altro buon motivo per stipulare una assicurazione per viaggiare si trova in caso di cancellazione della vacanza e imprevisti quali perdita o furto dei bagagli ed eventuali rimborsi in caso di ritardo di treno od aereo, oltre che per gli infortuni che succedono in questi mezzi di trasporto.

Stipulare una copertura assicurativa di questo tipo significa garantirsi una sicurezza di rimborso delle penali applicate dalle strutture alberghiere o dalle strutture di autonoleggio (come la perdita della caparra o della camera o della macchina). In caso di furto o perdita del bagaglio, il rimborso consiste nell’anticipo di una somma per acquistare beni di prima necessità, una protezione delle carte di credito, libretto degli assegni o traveller’s cheque, sia che si viaggia da soli, sia per i propri familiari e i compagni di viaggio.

Categorie: Sicurezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *